Mobilitazione totale: web, conoscenza, azione

#Talk: 22/05/2015 @ Casa Cavazzini - Museo d’Arte Moderna e Contemporanea, Udine

Web e digitale cambiano la ricerca umanistica?
Mobilitazione totale: web, conoscenza, azione

venerdì 22 maggio 2015, ore 18.00
Casa Cavazzini - Museo d’Arte Moderna e Contemporanea, Udine
a cura di Luca Taddio, organizzato dal “Laboratorio Informatico per la Documentazione storico Artistica dell’Università degli Studi di Udine” (LIDA) nell’ambito del festival  “vicino / lontano”.


Oggi più che mai, le tecnologie dell'informazione e della comunicazione (ICT) offrono alla ricerca umanistica delle opportunità indiscusse, in particolar modo agli studi relativi al patrimonio storico e artistico, dalla gestione delle fonti alla raccolta e alla restituzione di quantità e qualità di immagini senza precedenti. Basti pensare alla sola possibilità di consultare via web testi rari, magari custoditi in biblioteche molto lontane: l’accesso a un numero di fonti impensabile prima del web suggerisce percorsi di ricerca nuovi e inaspettati. Tuttavia, le potenzialità – di conoscenza, di trasmissione, di valorizzazione – insite all’applicazione delle tecnologie per la cultura umanistica e per il patrimonio storico- artistico, rischiano quotidianamente di essere vanificate. La consultazione delle basi dati infatti, è possibile solo a condizione di un aggiornamento permanente, senza il quale in tempi celeri – sconosciuti ai supporti tradizionali della ricerca – risulteranno essere indisponibili e obsolete. 

Quali riflessioni suggeriscono questi processi? Quali le potenzialità ma anche quali gli aspetti critici e problematici? D’obbligo è la ricerca di una risposta, da una parte per comprendere a pieno le opportunità di strumenti che ormai indiscutibilmente sono entrati nelle modalità del pensiero e dei suoi percorsi, dall’altra per non disperdere risorse, impedendo alla conoscenza acquisita di diventare patrimonio collettivo. Per rispondere a questi interrogativi sul futuro e la fruizione della ricerca, il “Laboratorio Informatico per la Documentazione storico Artistica dell’Università degli Studi di Udine” (LIDA) ha organizzato un ciclo di due conferenze intitolato “Web e digitale cambiano la ricerca umanistica?” in collaborazione con il festival “vicino / lontano”.

In particolare, Venerdì 22 maggio alle 18.00 Maurizio Ferraris, in video-conferenza, dialogherà con Luca Taddio, docente di Estetica, sul tema Mobilitazione totale: web, conoscenza, azione. A loro si uniranno gli artisti Marotta & Russo, fra i principali interpreti e pionieri della digital art. Saranno presenti l’assessore all’Innovazione del Comune di Udine Gabriele Giacomini e, in rappresentanza dell’Università di Udine, Donata Levi, docente di Museologia e coordinatrice del LIDA. La cifra interpretativa dell’incontro sarà la molteplicità dei punti di vista adottati: quello della ricerca, dell’elaborazione artistica, dell’innovazione tecnologica.


vicino / lontano website